Il_Gheppio 1,506,655 contatti Edil_Test 1 utenti collegati
Agenzie Marittime
Agenzie Viaggi
Autobus e Treni
Autonoleggi e Taxi
Imprese Portuali
Navi e Traghetti

Agriturismo
Alimentari
Pasticcerie Gelaterie
Prodotti Tipici
Ristoranti e Pizzerie
Rosticcerie

Affittacamere
Agenzie Immobiliari
Alberghi e Residence
Bed & Breakfast
Campeggi
Case Vacanze

Associazioni
Bar e Caffetterie
Centri Sportivi
Cinema e Teatri
Pubs e Locali Notturni
Stabilimenti Balneari

Biblioteche e Musei
Edicole e Librerie
Luoghi di Culto
Itinerario
Personaggi Illustri
Scuole

Enrico Cavacchioli

Enrico Cavacchioli (Pozzallo 1885 - Milano 1954) fu giornalista, commediografo e poeta.
A Milano - dove la famiglia si era trasferita, essendo egli ancora in giovane età - Cavacchioli compì i suoi studi ed ebbe modo di frequentare, abbastanza presto, gli ambienti letterari. Fece, quindi, parte della vita giornalistica della città, fin da quando non aveva ancora compiuto i vent'anni; e, per un certo lasso di tempo (che va fino al 1920), fu il critico drammatico de Il secolo.

Direttore della rivista Il Mondo e del periodico teatrale Comoedia, fu anche redattore capo de La Stampa di Torino e direttore de L'Illustrazione Italiana. Nel secondo dopoguerra ebbe, infine, la direzione de La Gazzetta di Parma.
Cavacchioli cominciò la sua attività letteraria come poeta e la proseguì da commediografo, fra i primi seguaci di F.T. Marinetti e del Movimento Futurista. In seno a questo cercò di creare assieme ad altri un tipo di teatro, che si proclamava di avanguardia e che, in sostanza, si contrapponeva alla commedia prettamente borghese di fine Ottocento.

La sua prima raccolta di versi, L'incubo velato, fu pubblicata a Milano nel 1907, sotto l'egida della rivista letteraria Poesia Futurista, rassegna mensile diretta da Marinetti. Con essa gli venne assegnato, nello stesso anno, il Premio Nazionale di Poesia patrocinato dalla rivista stessa. Seguirono, poi, i versi di Le ranocchie turchine (Poesia, Milano 1909) e Cavalcando il sole (Ripalta, Milano 1914).

Al teatro - cui fu soprattutto rivolta la sua produzione artistica - Cavacchioli diede un numero considerevole di lavori; i quali, se da un lato lo rivelarono scrittore piuttosto prolifico, dall'altro lo determinarono autore di successo, facendogli conquistare nel corso degli anni un posto di rilievo fra gli autori più in vista del teatro grottesco.

Tra le sue opere teatrali, quelle più note sono state:
  • L'uccello del Paradiso, Vitagliano, Milano 1918;
  • La campana d'argento, Comoedia, Milano 1920;
  • Quella che t'assomiglia, Vitagliano, Milano 1920;
  • Pierrot impiegato del lotto, Comoedia, Milano 1920;
  • La danza del ventre, Comoedia, Milano 1921;
  • Il cammello, Comoedia, Milano 1922;
  • Allegoria della primavera, Comoedia, Milano 1923;
  • Pinocchio innamorato, Commoedia, Milano 1924;
  • La corte dei miracoli, Dramma, Milano 1925;
  • Il cerchio della morte, Dramma, Milano 1926;
  • L'oasi, Treves, Milano 1936.

Commediografo di primo piano e poeta di marcato interesse storico nell'ambito del Movimento Futurista, Cavacchioli è presente negli scritti di quasi tutti i critici (A. Gramsci, S. D'Amico. E. Palmieri, R. Carrieri, L. Chiarelli, E. Possenti, G. Ravegnani, E. Sanguineti ed altri), che si sono con scrupolo impegnati in una valutazione obiettiva della produzione letteraria italiana della prima metà del Novecento. Ed è parso ai più che, pur avendo a un certo punto superato il verbo marinettiano, che era poi una eco nictzschiana filtrata attraverso il D'Annunzio e il Morasso, il Cavacchioli non si liberò del contagio.
La sua calda immaginativa e il suo estro poetico - si precisa - l'avrebbero aiutato a rivelare l'anima sua, a parlare un linguaggio più vicino alla sensibilità di tutti; la scuola futurista lo avviò invece verso orizzonti più nuovi, forse, ma bizzarri, stravaganti, non tanto per la sostanza, quanto per la forma.



rubriche
Blog
Angolo dei Poeti
Appuntamenti
Auguri a...
Chat Room
Forum
Guest Book
Mailing List
Mercatino
Sondaggio
Web News

leggi posta password


Guida di Pozzallo © 2002-2018 Associazione Culturale Nero Su Bianco
sito web www.nerosubianco.info - email guida@pozzallo.net
Viale Papa Giovanni XXIII, 41/A - 97016 Pozzallo RG - ITALY
Tel +39 0932 955718 - Mob. Ph. +39 338 4625161