Il_Gheppio 1,506,667 contatti Edil_Test 1 utenti collegati
Agenzie Marittime
Agenzie Viaggi
Autobus e Treni
Autonoleggi e Taxi
Imprese Portuali
Navi e Traghetti

Agriturismo
Alimentari
Pasticcerie Gelaterie
Prodotti Tipici
Ristoranti e Pizzerie
Rosticcerie

Affittacamere
Agenzie Immobiliari
Alberghi e Residence
Bed & Breakfast
Campeggi
Case Vacanze

Associazioni
Bar e Caffetterie
Centri Sportivi
Cinema e Teatri
Pubs e Locali Notturni
Stabilimenti Balneari

Biblioteche e Musei
Edicole e Librerie
Luoghi di Culto
Itinerario
Personaggi Illustri
Scuole

Luigi Scala

Nato a Pozzallo l'8 dicembre 1838, dopo aver passato la sua infanzia sui velieri paterni viaggiando per il Mediterraneo, a soli 11 anni raggiunse con tutta la famiglia Malta, dove il padre si era rifugiato per sfuggire all'arresto a causa della sua attività antigovernativa e dei suoi rapporti con il Comitato Rivoluzionario di Modica.

A Malta ebbe un'educazione raffinata e studiò molto, ottenendo buoni risultati in tutte le discipline, grazie all'esperienza acquisita durante i suoi viaggi che lo portavano naturalmente a lunghe meditazioni ed a precise osservazioni. Ancora giovanissimo aderì al movimento patriottico clandestino e fece da tramite fra gli esiliati a Malta ed i patrioti modicani: riuscì a sbarcare a Siracusa travestito da frate, portando a termine una pericolosa missione con le disposizioni dei capi in esilio, dirette ai cospiratori isolani.

Nel 1860 rientrò definitivamente a Pozzallo assieme agli altri esuli che, in seguito allo sbarco di Garibaldi, aprivano il cuore alla speranza nella riconquistata libertà: una volta in patria, riprese gli studi, laureandosi brillantemente in medicina e realizzando così il sogno della sua infanzia.

Nel 1867 ebbe modo di dimostrare le sue capacità professionali sottoponendo a taglio cesareo una donna colpita da colera, salvandola in condizioni di estremo disagio assieme al figlio e meritandosi una decorazione al valor civile.

Dotato di viva intelligenza, fin dal periodo dell'esilio, ancora giovanissimo sentì il bisogno di dedicarsi alla letteratura scrivendo saggi, commedie ed opere riguardanti la navigazione, frutto di considerazioni personali e di lunghi studi, rimasti tuttavia inediti, come:

  • La Nautica, guida per i marinai;
  • Il ventre, poema satirico;
  • L'emancipazione della donna, commedia in versi martelliani;
  • Frammento di libertà, lirica in versi pindarici.

Purtroppo, la maggior parte dei suoi manoscritti sono andati dispersi fra parenti ed amici: sono rimasti soltanto pochi saggi pubblicati assieme all'amico Giuseppe Ferraro di Catania.

Dopo una gioventù dedicata alla patria, ai viaggi ed alla scienza, provò le gioie della famiglia sposando Maria Giardina, dalla quale ebbe una figlia che volle chiamare Saffa, reminiscenza forse degli studi classici compiuti nel passato. Ancora giovane e nel pieno vigore della vita, morì a soli 45 anni, il 21 settembre 1883.



rubriche
Blog
Angolo dei Poeti
Appuntamenti
Auguri a...
Chat Room
Forum
Guest Book
Mailing List
Mercatino
Sondaggio
Web News

leggi posta password


Guida di Pozzallo © 2002-2018 Associazione Culturale Nero Su Bianco
sito web www.nerosubianco.info - email guida@pozzallo.net
Viale Papa Giovanni XXIII, 41/A - 97016 Pozzallo RG - ITALY
Tel +39 0932 955718 - Mob. Ph. +39 338 4625161